Il D.P.G.S. di RPS DX TEAM

CI SONO DIPLOMI ATTIVI

In presenza di diplomi attivi è possibile (ed a volte, anche, necessario), scaricare gli attestati.

Cliccare i link proposti per accedere alle relative pagine:

 ♦ rps_awd22, Fondazione RPS DX TEAM ed. 2022
   Controlla qui il tuo punteggio


Ovvero, il «Diploma Permanente delle Grotte Salentine»

Il Logo del progetto Diploma Permanente Grotte Salentine

Il Salento è una Terra carsica; questo significa che il suo territorio è costituito, totalmente, da rocce di origine marina e composte, prevalentemente da carbonato di calcio.

Si tratta, in pratica, di calcareniti di diversa durezza con una comune caratteristica: si sciolgono con l'anidride carbonica, specialmente se le sue molecole sono disciolte in acqua. Da questa singolare caratteristica ne deriva un territorio ricco di grotte e cavità, molte delle quali, in tempi lontanissimi, abitate dagli uomini primitivi, non escludendo l'uomo di Neanderthal, i cui resti sono stati ritrovati in diverse grotte del Salento.

Il Diploma Permanente delle Grotte Salentine

La famosa Grotta Zinzulusa

Il Salento, nella sola provincia di Lecce, presenta ben 300 cavità naturali, stando al censimento del «Catasto delle Grotte Pugliesi», un progetto nato alla fine degli anni '70 che integra il progetto nazionale del catasto delle Grotte nato, a sua volta, nel corso degli anni 20 del secolo scorso grazie ad una importante iniziativa del Prof. Franco Anelli, uno speleologo, geologo e naturalista lombardo.

Se, alle cavità della provincia di Lecce, aggiungiamo quelle delle altre due province dell'antica Terra d'Otranto e che oggi costituiscono il «Grande Salento», il numero delle grotte sale a oltre ottocento, creando una tale varietà di cavità che rende particolarmente interessante il nostro territorio.

Da tutte queste considerazioni nasce il DPGS, ovvero il "Diploma Permanente delle Grotte Salentine", volto a far conoscere, al gran numero di Radioamatori ed appassionati, questa singolare caratteristica della Terra di Puglia procedendo, per ogni cavità, alla sua «attivazione radio».

Cosa sono le «Attivazioni»

La Grotta del Mammino, ingresso

Nel gergo radioamatoriale, il termine «attivazione» indica l'installazione di una stazione radio temporanea nei pressi della struttura di interesse, sia essa una grotta (come nel nostro caso) ma anche qualsiasi altro oggetto di diploma radioamatoriale.

Ed ecco che esistono «Diplomi» dedicati ai castelli, alle torri, alle antiche abbazie, ai musei e, chi più ne ha, più ne metta: si tratta di un modo per fare radio e divertirsi, collegando stazioni che, estemporaneamente, sono state piazzate lì, dove, di norma non ci sono.

Attivatori e Cacciatori

La Grotta Verde di Andrano

Questa singolare attività radioamatoriale distingue due figure: quella degli «attivatori», cioè di coloro che, con le attrezzature sulle spalle, lasciano la propria abitazione per andare a trasmettere in luoghi anche lontani dalla loro abituale residenza e quella dei «cacciatori», cioè coloro che, nella comodità del proprio «Shack», si divertono a trovare in frequenza e collegare i primi.

Il collegamento radio, in gergo «QSO», tra la stazione attivatrice e quella del cacciatore, dà diritto a ricevere una «conferma» che, nella lingua della radio, si chiama QSL. La QSL, così ottenuta, certifica l'avvenuto collegamento.

Il nostro «Attestato di Attivazione»

Nel caso del nostro gruppo, questa area web permette ai «cacciatori» di scaricare, una volta fatto il QSO e quasi in tempo reale (e, comunque, al termine dell'attivazione), un apposito «Attestato di Attivazione», cioè un riconoscimento (in inglese «Award» o, in italiano, «Diploma») che certifica l'avvenuto collegamento.

Ovviamente, le grotte sono tantissime quindi i nostri «cacciatori» dovranno divertirsi a «collezionare» i diversi attestati per poter giungere al «Diploma Permanente delle Grotte Salentine».

Difficoltà... attivative

Le grotte, molto spesso, sono in luoghi non facilmente accessibili e uno degli obblighi più importanti per un attivatore è piazzare la stazione all'interno o nelle immediate vicinanze, in modo che si possa mostrare in un video, contemporaneamente, grotta e stazione.

Tuttavia, ci sono luoghi in cui la grotta è in un canalone carsico pieno di vegetazione e, dunque, impenetrabile; o anche situazioni in cui la grotta, pur essendo raggiungibile, è sul fondo del canalone e l'installazione di una stazione lì in basso impedirebbe buoni collegamenti... tutto questo potrebbe far sì che, delle 800 e più grotte attivabili, il numero reale sia molto inferiore.

E se uno si perde un'attivazione? Beh, anche questa è una difficoltà oggettiva per i cacciatori: in questo caso, bisognerà attendere la «riattivazione» della grotta che, come da regolamento, può avvenire solo dopo alcuni mesi...

Insomma, come in tutte le cose, anche nel DPGS di RPS DX TEAM ci vuole costanza, determinazione e passione!

Il D.P.G.S., finalmente

La Grotta delle Cipolliane

Collegare una singola grotta, attivata dal Gruppo RPS, permetterà, dunque di scaricare un attestato; l'attestato scaricato varrà, nel nostro sistema, «un punto» per poter, in seguito, ottenere il Diploma vero e proprio, cioè il riconoscimento di aver collegato un certo numero di Grotte Salentine attivate da RPS DX TEAM.

Un Diploma in tre «fragranze»!

Il nostro Diploma Permanente delle Grotte Salentine è disponibile in tre livelli:
 ♦ Bronzo, il primo livello, scaricabile con CINQUE attestazioni di attivazione diverse
 ♦ Argento, il secondo livello, scaricabile con QUINDICI attestazioni
 ♦ Oro, il massimo gradino del podio, scaricabile con VENTICINQUE attestazioni

Inoltre, per premiare coloro che continueranno a collegarci in tutte le occasioni, è previsto un «Challenge» con una classifica dei punteggi maggiori che sarà pubblicata su questo sito Internet.

Tutti possono partecipare!

L'invito a partecipare come «cacciatori» è rivolto a tutti gli appassionati di radio, siano essi Radioamatori o semplici CB: le attivazioni possono prevedere, infatti, due postazioni: una per le bande HF (tutte, comprese le WARC) ed una per i 27 Mhz, sui canali dove è consentito il traffico della Banda Cittadina: a tutti i partecipanti, dunque, sarà rilasciato l'attestato di partecipazione.

Anche gli «Attivatori» possono essere semplici appassionati della radio e non componenti del gruppo RPS DX TEAM (quindi, appartenenti ad altri gruppi o associazioni), anche se è fortemente consigliata l'associazione al gruppo.

Pertanto, ci rivolgiamo a tutti i Radioamatori (ma, anche, CB purchè si operi sia in HF che in CB) delle province di Lecce, Brindisi e Taranto che vogliano far radio in modo diverso dal solito e non chiusi nei propri Shack, trascorrendo un pochino di tempo all'aria aperta, magari installando la stazione nell'antro naturale che stanno «attivando».

La stazione nella caverna

La Grotta Matonna tu Carottu

La cosa più curiosa di questa attività consiste nel fatto che invitiamo gli attivatori a montare gli apparati radio proprio nella grotta, lasciando uscire il filo per l'antenna: sarà incredibile pensare che, in un antro un tempo usato dagli uomini primitivi si abbia, adesso, qualcosa di estremamente moderno che permette, a persone molto distanti tra loro, di comunicare!

La sicurezza prima di tutto!

Il sito della famosa Grotta dei Cervi

Tuttavia, molte grotte non sono agevolmente raggiungibili o non sono accessibili in quanto siti di interesse naturalistico ed archeologico. Pertanto, il nostro Gruppo, pur considerando ideale l'installazione della stazione nella grotta, consiglia sempre di:

 1) pensare alla sicurezza: se è difficile raggiungere l'interno della grotta, basta installare la stazione nelle immediate vicinanze

 2) non invadere la proprietà privata: se la grotta è in un ambiente recintato, basta mettersi nelle immediate vicinanze

 3) non accedere abusivamente a luoghi protetti: se la grotta è sede di scavi archeologici, mettersi nelle immediate vicinanze.

Le «immediate vicinanze»

La Grotta Sfondata di Otranto

Cosa intendiamo per «immediate vicinanze» e come «validare» la propria attivazione?

È presto detto: per ogni attivazione bisogna produrre un breve video descrittivo, della durata di massimo 10 minuti ed in formato 720p (1280 x 720 pixel); il video deve contenere una descrizione del luogo, far vedere a che distanza si è installata la stazione dalla grotta e, magari, mostrare, anche solo con un colpo di zoom, la grotta e, ovviamente, l'attività radio svolta: pochi minuti di filmato che saranno pubblicati sul canale Youtube di RPS DX TEAM.

Semplice, vero? Ma se dovessero esserci ancora dei dubbi su questa nostra attività, abbiamo registrato un simpatico video promozionale:

Adesso non resta che procedere alle attivazioni e cominciare a scaricare gli attestati: saranno disponibili per il download dal giorno dell'attivazione e per i dieci giorni seguenti... quindi, affrettatevi a scaricarlo e salvarlo! Il record del download nel nostro Db è l'unica certificazione della vostra attività di cacciatori.

Buon D.P.G.S. a tutti e non dimenticate di scaricare il regolamento!

Grazioli Antenne: lo sponsor delle iniziative RPS DX TEAM Skylife Components: negozio on-line sponsor delle iniziative RPS DX TEAM MFJ Enterprises: sponsor delle iniziative RPS DX TEAM Grotta del Mammino, interno Restate aggiornati con il nostro Canale Telegram Grotta del Diavolo, interno La punzonatura con il Codice Catastale della grotta (PU1576), usato nelle attivazioni Grotta Matonna tu Carottu, ingresso